23 Domande frequenti sulla SEO

23 Domande frequenti sulla SEO

domande frequenti SEO

Una delle cose che mi piacciono di più del settore SEO è che l’istruzione è facilmente accessibile a chiunque voglia imparare a conoscere la SEO. Ho visto la crescita della base di conoscenza nel corso degli anni poiché sempre più esperti SEO condividono le loro esperienze e strategie che hanno scoperto. Google si è anche impegnata a istruire le persone sulla ricerca.

Tuttavia, con così tante risorse disponibili online, è diventato un problema anche per coloro che sono nuovi alla SEO trovare siti Web affidabili per rispondere alle loro domande. Sì, ci sono molti siti autorevoli ma ci sono anche quelli che cercano di disinformare le persone o complicare le cose. E così in questo post del blog, ho compilato le domande più frequenti sulla SEO e sono qui per rispondere a tutte.

Domande frequenti sulla SEO generale

Cos’è il SEO?

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization. È la pratica di ottimizzare un sito web per aumentare il suo posizionamento nella ricerca di Google. Posizionandoti in alto nella ricerca Google, aumenti la tua visibilità online e ottieni più traffico organico.

Esistono diversi tipi di SEO?

Sì, ci sono tre diversi tipi di SEO. Sono; white hat SEO, black hat SEO e gray hat SEO.

White SEO è la pratica etica e legale del SEO in cui una persona utilizza solo strategie in linea con le linee guida di Google. Potrebbe volerci un po ‘di tempo prima che coloro che praticano la SEO white hat si classifichino tra i primi, ma una volta che sono lì, è difficile per i loro concorrenti toglierselo. Praticare il white hat SEO è anche il più consigliato perché non mette a rischio il tuo sito web di ricevere una penalità.

Black hat SEO è la pratica immorale del SEO in cui una persona utilizza strategie che cercano di manipolare l’algoritmo di Google. È contro le politiche di Google. Potrebbe portarti in cima ai risultati di ricerca a un ritmo molto più veloce, ma c’è un alto rischio di ricevere una penalità.

Il Gray Hat SEO è la via di mezzo. Si tratta di strategie che non sono contrarie alle linee guida di Google ma anche non del tutto legali. I rischi di ottenere una penalità non sono così alti come il black hat SEO, ma la linea di fondo è che c’è ancora un rischio.

Come funziona la SEO?

La SEO inizia sempre con le parole chiave. Prima di ottimizzare un sito Web, è necessario tenere a mente le parole chiave per le quali si desidera classificare il sito Web. Naturalmente, queste parole chiave dovrebbero essere pertinenti alla tua attività. Il processo di ricerca delle parole chiave è chiamato ricerca per parole chiave.

Google ha più di 200 fattori di ranking noti pubblicamente che utilizza per valutare i siti web. La SEO implica l’ottimizzazione di questi fattori con le parole chiave target. Alla fine, il tuo sito web inizierà a posizionarsi nella ricerca di Google e il posizionamento per più parole chiave equivarrà ad avere più persone che visitano il tuo sito web.

Quali sono i fattori di ranking più importanti?

Dei 200 fattori di ranking utilizzati da Google, quelli considerati i più importanti sono i contenuti, l’ottimizzazione per i dispositivi mobili, la SEO in-page, l’intento di ricerca e i link.

In che modo la mia azienda può trarre vantaggio dalla SEO?

La ricerca è uno stile di vita. Google fa parte del processo di acquisto di oggi. Quando una persona cerca un prodotto o un servizio, è molto probabile che cerchi informazioni su di esso su Google. Ottimizzando il tuo sito web e posizionando le parole chiave pertinenti ai prodotti che vendi o al servizio che offri, sei in grado di attirare più contatti e ottenere più vendite.

Quanto tempo ci vuole prima che io senta gli effetti del SEO?

Dipenderà da molti fattori come il numero di ottimizzazioni che metti nel tuo sito web nei primi mesi e la concorrenza. Ma a parità di condizioni, ci vogliono circa 4-6 mesi per avere un effetto sentito.

Ricorda sempre che la SEO non è un effetto durante la notte. Se applichi le modifiche oggi, non puoi aspettarti di raggiungere il numero 1 in Google quando ti svegli domani. La SEO richiede molto tempo e impegno. È un investimento a lungo termine.

Qual è la differenza tra SEO, PPC e SMM?

SEO, PPC e SMM sono tre strategie diverse ma sono tutte sotto il marketing digitale. La SEO si occupa di ottenere traffico dai risultati di ricerca di Google chiamato traffico organico poiché non devi pagare ogni volta che un utente fa clic sul tuo sito web. I PPC (pay-per-click) sono annunci a pagamento in cui paghi solo ogni volta che un utente fa clic sul tuo annuncio sul tuo sito web, quindi rientra nel traffico a pagamento. Infine, SMM (social media marketing) si occupa di utilizzare le piattaforme di social media per raggiungere il tuo pubblico. Il traffico sul tuo sito web dai social media è chiamato traffico social.

Cos’è un aggiornamento dell’algoritmo?

Un aggiornamento dell’algoritmo avviene quando Google apporta alcune modifiche, modifiche o aggiustamenti ai fattori di ranking e ad altri fattori che utilizza per la ricerca. Secondo Google, modificano l’algoritmo ogni giorno. Ma ci sono alcune volte all’anno in cui rilasciano aggiornamenti dell’algoritmo che influenzano più fattori chiamati “aggiornamenti generali dell’algoritmo di base”.

Alcuni degli aggiornamenti degli algoritmi più conosciuti sono l’aggiornamento Panda, l’aggiornamento Penguin, Hummingbird e Medic. Questi nomi vengono forniti dalla comunità SEO a seconda dell’impatto dell’aggiornamento, ma dal 2019 Google ha iniziato a nominare gli aggiornamenti dell’algoritmo da soli a seconda del mese in cui lo hanno rilasciato.

annuncio aggiornamento algoritmo google giugno 2019

Inoltre, Google non ha annunciato prima gli aggiornamenti degli algoritmi. I SEO rileveranno questi aggiornamenti degli algoritmi attraverso enormi fluttuazioni nelle classifiche e nel traffico. La prima volta che Google ha annunciato che rilasceranno aggiornamenti dell’algoritmo è stata anche nel 2019.

Cos’è una penalità?

Quando Google rileva che un sito web utilizza tattiche SEO contenenti spam, Google può scontare una sanzione a quel sito web. Un sito web che riceve una penalità da Google perderà la sua classifica e di conseguenza perderà il suo traffico. Saprai che il tuo sito web rischia di ricevere una sanzione se Google esegue un’azione manuale nel tuo account Google Search Console.

La difficoltà di recupero da una penalità può variare a seconda della gravità dell’infrazione. Alcuni possono interessare solo poche pagine, ma per molti l’intero sito web potrebbe essere interessato. È un processo lungo e il primo passo è sempre controllare qual è stato il motivo dell’azione manuale e risolverlo di conseguenza.

Domande frequenti sulla creazione di link

Cos’è il link building?

Il link building è la pratica di acquisire link da altri siti web, meglio conosciuti come backlink. È anche noto come SEO off-page poiché la maggior parte, se non tutti, i tuoi sforzi nella creazione di link avvengono al di fuori del tuo sito web.

Cos’è il PageRank?

Il PageRank è l’algoritmo utilizzato da Google per valutare l’importanza dei siti web in base alla quantità e alla qualità dei link che ottengono da altri siti web. In base all’algoritmo PageRank, i siti web che hanno più backlink di qualità si posizioneranno più in alto rispetto ai siti web che ne hanno meno. Questo è uno dei primi algoritmi sviluppati dai fondatori di Google ed è ancora in uso fino ad oggi.

Quanto sono importanti i link alle classifiche?

I link sono uno dei principali fattori di ranking nell’algoritmo di Google. Un sito web che ha una buona quantità di link di qualità può posizionarsi in alto su Google. Alcuni direbbero che è tra i primi 3, ma gli studi hanno dimostrato che l’impatto dei backlink nelle classifiche è diminuito nel corso degli anni, ma è ancora uno dei fattori di posizionamento più importanti.

Quali sono i tipi di link?

Attualmente, ci sono 4 tipi di link: dofollow, nofollow, ugc e sponsorizzato. Per impostazione predefinita, tutti i collegamenti nel Web sono collegamenti dofollow. Trasmettono autorità o “link juice” e Google utilizza questi link per le classifiche. D’altra parte, i link nofollow non trasmettono il link juice.

I contenuti generati dagli utenti o UGC e sponsorizzati sono tipi di link più recenti introdotti da Google nel 2019. I link inseriti dagli utenti, non dai proprietari del sito web, dovrebbero essere contrassegnati come UGC. Mentre gli annunci pubblicitari, i link di affiliazione e qualsiasi altro link a pagamento dovrebbero essere etichettati come link sponsorizzati.

I link nofollow influenzano le classifiche?

In origine, i link nofollow non influiscono affatto sulle classifiche. Google ignorerebbe questi collegamenti e aiuterà in qualsiasi modo a classificare un sito web. È stato utilizzato principalmente dai webmaster per evitare lo spam sui loro siti Web e anche per conservare il succo di collegamento del proprio sito Web.

Tuttavia, Google ha annunciato lo scorso 2019 che i link nofollow verranno ora utilizzati come “ segnali ” per le classifiche, ma non necessariamente come fattori di ranking diretti. Google non ha detto esattamente come verranno utilizzati, ma potremmo presumere che Google utilizzerà fattori come i testi di ancoraggio per comprendere meglio il contesto dei siti web.

Quali sono gli esempi di strategie di link building?

Esistono molti modi creativi per acquisire backlink, ma alcuni dei più popolari e con le maggiori possibilità di ottenere link di qualità sono:
Inserimento degli ospiti
HARO (Aiuta un giornalista)
Costruzione di collegamenti interrotti
Costruzione di link della concorrenza
Round up
Guide di pubblicazione

SEO / contenuto in-page frequenti

Cos’è il SEO on-page?

La SEO on-page è l’ottimizzazione dei fattori SEO che si trovano all’interno del sito web. Questi fattori includono tag del titolo, meta descrizioni, intestazioni, densità di parole chiave, testi alternativi di immagini, prossimità di parole chiave, slug e altro.

Come si realizzano contenuti ottimizzati per la SEO?

La differenza fondamentale quando scrivi contenuti SEO-friendly e altre forme di contenuto è che stai scrivendo articoli con una parola chiave specifica in mente e l’obiettivo di classificare quella parola chiave su Google. Il che significa che devi pensare di integrare i fattori SEO sulla pagina senza sacrificare l’integrità di un articolo.

Cos’è l’intento di ricerca?

L’intento di ricerca è lo scopo di un utente quando esegue una ricerca. Esistono diversi tipi di intenti di ricerca; informativo, commerciale, transazionale e di navigazione. Ogni parola chiave ha un intento di ricerca specifico che devi soddisfare se vuoi classificarlo. L’intento di ricerca è uno dei fattori di ranking più importanti nella SEO odierna e dovrebbe essere il tuo obiettivo quando scrivi contenuti.

Cos’è EAT?

EAT sta per competenza, autorità e fiducia. Questi sono tre criteri utilizzati dai valutatori della qualità di Google che controllano manualmente i siti Web e li valutano. EAT ha iniziato a guadagnare popolarità quando le linee guida di Google Quality Raters sono state riviste nel 2018. Sebbene Google abbia affermato che EAT non è tecnicamente un fattore di ranking, è comunque meglio seguire le migliori pratiche perché comporta il miglioramento della qualità complessiva di un sito web.

Domande frequenti sulla SEO tecnica

Cosa sono l’indicizzazione e la scansione?

L’indicizzazione e la scansione sono due processi principali a cui un sito web deve essere sottoposto per apparire in Google. Innanzitutto, Google esegue la scansione di un sito Web per scoprire tutte le pagine al suo interno e il loro contenuto. Google elabora quindi tutti questi dati e, una volta che hanno avuto successo, il sito Web verrà ora indicizzato e sarà disponibile nella ricerca di Google.

Cos’è una mappa del sito?

Una mappa del sito è un file che include l’elenco di tutti gli URL importanti di un sito web. Puoi inviare una mappa del sito in Google Search Console e Google darà la priorità alla scansione e all’indicizzazione degli URL all’interno della mappa del sito.

Come faccio a gestire ciò che Google esegue la scansione e l’indicizzazione sul mio sito web?

Se desideri gestire ciò che Google esegue la scansione e l’indicizzazione sul tuo sito web, devi verificare il tuo sito web in Google Search Console o GSC. È uno strumento gratuito che ti consente di inviare manualmente il tuo sito web e la mappa del sito. Nel rapporto sulla copertura di Google Search Console, sarai in grado di vedere tutte le pagine che Google è in grado di scansionare e indicizzare sul tuo sito web. Ti mostrerà anche errori che potrebbero impedire al tuo sito web di apparire nella ricerca.

Cos’è un file robots.txt?

Un file robots.txt include URL sul tuo sito web che non desideri vengano scansionati da Google e da altri motori di ricerca. Di solito, i file robots.txt vengono utilizzati per gestire i budget di scansione e bloccare altri bot per evitare il sovraccarico dei server per mantenere la velocità del sito web.

Key Takeaway

Pubblicando questo articolo, spero di essere in grado di aiutarti a rispondere alle domande SEO che hai in mente, specialmente se sei nuovo nel SEO. Hai altre domande a cui vuoi che risponda? Fammi sapere nella sezione commenti qui sotto così potrei risponderti o forse aggiornare questo articolo e aggiungere la tua domanda in esso.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *